fbpx

Una guida allo jogging per principianti: la giusta impostazione per iniziare

Muovere i primi passi nella corsa non è mai semplice: apnee dovute ad una respirazione errata, fitte e dolorini sparsi e, soprattutto durante la stagione invernale, poca voglia di uscire ed allenarsi.

La guida di oggi è dedicata proprio a coloro che da poco hanno intrapreso il loro percorso nel mondo della corsa, insieme vedremo:

  1. Come iniziare a correre correttamente
  2. Dopo quanto tempo in media è possibile vedere i primi risultati
  3. Quali sono i fattori a cui si deve prestare attenzione

Corsa per principianti: iniziamo dagli accessori

Per iniziare a correre hai bisogno davvero di poche cose e questo rende questo sport più economico rispetto ad altri.

Per quanto riguarda l’abbigliamento inizialmente puoi utilizzare semplicemente una tuta, una giacca a vento e pantaloncini e solo in un secondo momento acquistare abbigliamento tecnico.

Diversamente le scarpe devono essere acquistate fin da subito di qualità.

Solitamente per trovare delle scarpe da running di qualità è necessario rivolgersi a negozi specializzati o centri che, dopo un’analisi della postura accurata, sono in grado di consigliare la soluzione adatta alle proprie esigenze.

 

Durante la tua prima corsa tieni un ritmo lento ma costante

Ora che abbiamo “risolto” il problema abbigliamento e scarpe, concentriamoci sul nostro primo allenamento.

Se corri per la prima volta nella tua vita certamente non puoi pensare di puntare tutto sulla velocità, al contrario ti consiglio di trovare il tuo tempo ovvero quello che ti permette di correre per un lasso di tempo prolungato e con un ritmo costante.

Questo atteggiamento ti permetterà di non fare delle pause: distanza e velocità sono al momento due fattori che non ci interessano.

Non pensare al numero di battiti ma a quanto facilmente riesci a parlare.


Forse questo può sembrarti strano, ma le prime volte per capire se la velocità che stai tenendo è adatta a te devi provare a parlare con il tuo compagno o compagna di corsa.

Se parlare ti risulta facile continua con questo ritmo, al contrario riduci la velocità.

Alterna la corsa alla camminata veloce ma non smettere MAI di correre!


Non è un obiettivo costruttivo quello di voler percorrere fin da subito per lunghe distanze.

Inizia da circuiti/tratte brevi e, quando ne senti la necessità, smetti di correre e inizia a camminare velocemente.

Per esempio, ipotizzando di correre inizialmente per mezz’ora alterna fasi di sforzo (corsa) a fasi di pausa attiva (camminata veloce): ti aiuterà a non fermarti e a non restare senza fiato!


Jogging per principianti, scopriamo i fattori a cui devi prestare attenzione

Allenati cercando di preservare in ogni momento la tua salute e lavora sulla tua motivazione.

Questi sono i due elementi che devi sempre tenere a mente.

Tutale la propria salute vuol dire allenarsi cercando di evitare infortuni:

  • Fai sempre qualche esercizio di riscaldamento
  • Prosegui dunque con lo stretching
  • Scegli con attenzione la tipologia di percorso più adatta 

Su quest’ultimo aspetto in particolare: cerca di non correre sempre sull’asfalto perché non attutisce le sollecitazioni e, di conseguenza, aumenta il carico sulle ginocchia.

All’asfalto preferisci lo sterrato, una pista di atletica oppure, se ti trovi al mare, la spiaggia a patto che il fondo sia uniforme e non caratterizzato da numerosi avvallamenti.

Lavorare sulla tua motivazione vuol dire prefissarsi degli obiettivi verosimili e raggiungibili, magari prova a scriverli nero su bianco se preferisci!

Ogni volta che raggiungi un traguardo ricompensati, basta poco: un completino per correre, il tuo cibo preferito eccetera.

Se correre da solo non ti aiuta, cerca gruppo di allenamento in modo che ogni allenamento sia per te un appuntamento a cui non puoi non partecipare.

Per esempio in molte zone esistono squadre di atletica o gruppi di persone che si allenano correndo insieme ad un coach.

CERCHI UN PREPARATORE ATLETICO PER LA CORSA NELLA ZONA DI FAENZA?

>> Prenota subito una consulenza !

 

ALTRI ARTICOLI DAL BLOG

Home Training: come e perché iniziare

Allenarsi tra le quattro mura di una palestra non è l’unico modo per restare in forma. Se c’è una cosa che questi ultimi anni ci hanno insegnato è che allenarsi a casa: è un’ottima opportunità per sfruttare al meglio il tempo a propria disposizione senza sprecarlo in continui preparativi. Se

leggi tutto >>>

Che cos’è la mobilità articolare: 6 esercizi per migliorarla

Forza, resistenza, coordinazione, velocità e mobilità articolare: ecco le cinque capacità motorie di base che ogni singolo individuo possiede. Nell’articolo di oggi abbiamo deciso di focalizzarci sull’ultima, la mobilità articolare: dopo aver dato una definizione del concetto, ci occuperemo di capire perché è importante allenarla e quali sono i vantaggi

leggi tutto >>>
×